Il significato esoterico del pentagramma

 

http://angolohermes.interfree.it/Simbolismi/Immagini/agrippa.gif

In geometria il pentagramma, chiamato anche Pentalfa, Pentagono, Pentacolo di Agrippa, Stella del microcosmo, Stella di luce, Stella dei Magi, Stella dell’Iniziazione, è un segno benefico che raffigura il corpo umano a braccia e gambe aperte. Simbolo antichissimo e potente dai molteplici significati, presso gli antichi Egizi era l’immagine di Horus, figlio del Sole e di Iside, incarnava la materia prima, il Fuoco sacro, la sorgente inesauribile di vita ed il germe universale di tutti gli esseri. In poche parole possiamo definire il Pentagramma come “il simbolo“  per eccellenza dell’uomo-microcosmo. Per la Magia tradizionale, il Pentagramma è un accentratore di potenza, felicità ed amore; esso regala sicurezza e spinge verso la meta ideale, modera le istintualità ed esalta la genialità umana: per questo simboleggia quell’e­nergia capace di dominare le potenze demoniache e le attrazioni elementari. Nel Medio Evo molti autori prestigiosi fregiavano le prime pagine dei loro manoscritti di Stelle a cinque punte perché così credevano di garantire il successo alla loro opera.

E. Levi cosi scrive nel suo “Dogma dell’Alta Magia“: il Pentagramma esprime il dominio dello spirito sugli elementi; è con questo segno che si incatenano i demoni dell’aria, gli spiriti del fuoco, gli spettri dell’acqua e i fantasmi della terra. Armato di questo segno e opportuna­mente disposto, potrai vedere l’infinito, attraverso alla facol­tà che si chiama occhio dell’anima, e farti servire dalle legioni degli angeli e dalle colonie dei demoni “

In “Storia della Magia”, sempre E. Levi scrive: La Stella che conduceva gli antichi Magi è la medesima che ritroviamo in tutte le iniziazioni: per gli alchimisti è il simbolo della quintessenza; per gli occultisti è il grande arcano, per i kabbalisti è il Pentagramma sacro.  La sua conoscenza dà allo spirito dell’uomo uno strumento di certezza assoluta, e alla sua volontà una potenza sovrana”.

Anche per Pitagora e i suoi discepoli il pentagramma era un simbolo sacro che esprimeva l’armonia tra corpo e l’anima, e divenne, suquesta base, il segno della salute. In occidente quello del pentagramma è comunque un simbolo antichissimo, lo si ritrova tra l’altro, nei lavori in ceramica etruschi. Anche nelle tombe egizie le stelle del cielo vengono rappresentate a cinque punte. Il numero cinque viene ricondotto al numero degli elementi, la quintessenza spirituale e i quattro elementi abituali (acqua, fuoco, terra e aria).

http://www.riccardobrunetti.it/tali1.gif

5 pensieri su “Il significato esoterico del pentagramma

Lascia un Commento