Alister Crowley

gigerli576x4113la.jpg
“Fai ciò che vuoi sarà tutta la legge, Amore è la legge, amore sotto la volontà”
 “perché le persone libere e colte, sentono per natura un istinto ed inclinazione che li spinge ad atti virtuosi,
 e li tiene lontani dal vizio, inteso come religione”.
A.Crowley

 

Aleister Crowley, il cui vero nome era Edward Alexander Crowley (Leamington Spa, 12 ottobre 1875 – Hastings, 1 dicembre 1947), è stato un artista, poeta, mistico, alpinista, pensatore, critico sociale e occultista britannico. Figura assai controversa, è da alcuni considerato il fondatore del moderno occultismo, da altri uno dei principali esponenti del satanismo. Al pari di Cagliostro, è considerato una figura chiave nella storia dei nuovi movimenti magici. A Crowley è attribuito il maggior tentativo di creare una «religione magica» per l’epoca contemporanea e la sua influenza sull’ambiente magico contemporaneo è stata notevole.
Edward Alexander Crowley nacque al 36 di Clarendon Square a Royal Leamington Spa, Warwickshire, Inghilterra, tra le 23:00 e mezzanotte del 12 ottobre 1875.

l padre, Edward Crowley, studiò da ingegnere ma non esercitò mai, limitandosi a dedicarsi alla lucrosa attività familiare di fabbricante di birra. Entrambi i suoi genitori erano membri di un raggruppamento di Cristiani evangelici ma nonostante questo il giovane Edward Alexander ebbe modo di conoscere e apprezzare i lavori grafici di Aubrey Beardsley.

Crowley crebbe in un contesto fortemente religioso, al punto che per i bambini gli unici individui con cui era permesso avere contatti erano quelli con cui i Crowley condividevano la fede religiosa. In particolare il padre predicava incessantemente la sua dottrina, era autore di diversi testi di divulgazione e studiava quotidianamente le sacre scritture obbligando il figlio a partecipare alle sue attività.
Dopo la morte del padre Crowley si chiuse in se stesso, cominciò a distaccarsi sempre più dagli insegnamenti religiosi e i continui tentativi della madre di farlo tornare sui suoi passi servirono solo ad aumentare il suo scetticismo. Emily Bertha Bishop cominciò a rimproverare il figlio per i suoi continui atteggiamenti ribelli arrivando anche a chiamarlo Bestia (dall’Apocalisse di Giovanni, un soprannome che il futuro Aleister farà suo). In questo periodo Crowley si rese conto che molte di quelle attività che la madre chiamava peccaminose in realtà lo attraevanoNel dicembre 1896 Crowley cominciò ad interessarsi di occultismo e misticismo. In breve tempo si dedicherà sempre più assiduamente alla lettura di libri di alchimia e misticismo, oltre che libri di magia e paranormale. In questi anni ebbe anche la sua prima esperienza omosessuale.Nel 1897 Crowley si iscrisse al club di scacchi del college ottenendo grande successo

Un anno dopo pubblicò il suo primo libro di poesie: Aceldama e lasciò Cambridge, incontrando Julian L. Baker (Fratello D. A.) che lo presentò a Samuel Liddell MacGregor Mathers, introducendolo nell’Ordine Ermetico dell’Alba Dorata (Golden Dawn).
Negli anni universitari (successivi al 1895), Crowley fu sessualmente molto attivo, ebbe frequenti rapporti sessuali con ragazze abbordate nei locali del posto e spesso anche con prostitute, inoltre ebbe sempre più frequenti relazione omosessuali, in cui preferiva intraprendere il ruolo passivo.Un amico ed ex-membro della Golden Dawn, Allan Bennett, lo introdusse alle idee del Buddhismomentre Samuel Liddell MacGregor Mathers lo istruiva sulla magia del mondo occidentale, Mathers e Crowley in seguito cominceranno a distaccarsi e Crowley perderà rapidamente fiducia nel suo maestro. Nell’ottobre 1901, dopo aver studiato la Raja Yoga, affermò di aver raggiunto il dhyana, descrivendone lo stato nel suo libro Magick.

Nel 1904, durante una vacanza a Il Cairo, fu protagonista di un evento mistico che lo spinse a fondare il culto di Thelema. La moglie di Aleister cominciò a trovarsi in uno stato anormale, e questo convinse il marito che c’era una entità sovrumana che si era messa in contatto con lei.Il dio gli avrebbe comunicato l’imminente inizio di un nuovo eone magico, e gli affidava l’incarico di profeta. L’8 aprile e i due giorni successivi Crowley affermò di aver udito una voce che gli dettava un testo che lui trascrisse e in seguito pubblicò con il nome The Book of the Law.

Nel 1907 accaddero due importanti eventi nella vita di Crowley. Diede vita all’ordine dell’Argenteum Astrum (A∴A∴) e cominciò a scrivere gli Holy books of Thelema, ovvero i testi sacri del culto di Thelema.

Aleister e Rose divorziarono nel 1909.

Nel 1910, Crowley eseguì insieme ai membri dell’A∴A∴ una serie di riti detti Riti di Eleusis.

Nei primi anni venti, mentre i suoi amici frequentavano Monte Verità (presso Ascona, in Svizzera), Crowley diede vita ad un esperimento sociale a Cefalù dove, nel marzo del 1920, in una villa presa in affitto, creò la leggendaria Abbazia di Thélema, ispirata a quella omonima che François Rabelais, nel Cinquecento, aveva fatto erigere da uno dei suoi più celebri personaggi, il gigante Gargantua, con l’unica regola: “Fai ciò che vuoi sarà tutta la legge, Amore è la legge, amore sotto la volontà”

Fu proprio in Sicilia che Crowley, che si definiva l’uomo più cattivo che sia mai esistito, conquistò buona parte della sua fama di «uomo perverso»: il suo soggiorno fu anomalo e scandaloso per gli abitanti del luogo e ben presto cominciarono a diffondersi voci insistenti e preoccupanti sul conto suo e della comunità con cui viveva.

Nel febbraio 1924, Crowley visitò l’Institute for the Harmonious Development of Man di Georges Ivanovič Gurdjieff, ma non incontrò il fondatore, nei suoi scritti privati Crowley criticherà molti aspetti delle pratiche e degli insegnamenti di Gurdjieff

Il 16 agosto 1929 Crowley sposò Maria de Miramar a Leipzig, la donna proveniva dal Nicaragua. I due si seprarono di fatto nel 1930 ma non divorziarono mai ufficialmente

Nel settembre del 1930, Crowley giunse a Lisbona in compagnia di una misteriosa donna. Qui incontrò il grande poeta portoghese Fernando Pessoa, esperto e cultore dell’occultismo. I due si erano conosciuti tramite corrispondenza, dopo che Pessoa (oltre ad avere tradotto “Inno a Pan” in portoghese) aveva corretto un oroscopo fatto da Crowley, inviandogli la spiegazione dell’errore. La storia di questo incontro sfiora il paradosso. Sta di fatto che Crowley scomparve alcuni giorni dopo alla Boca do Inferno di Cascais, lasciando un porta sigarette e un misterioso messaggio. Sia Pessoa che il suo amico giornalista e occultista Ferreira Gomes furono a lungo interrogati dalla polizia, ma di Crowley nessuna traccia.

Crowley incontrò a Berlino lo psicoanalista austriaco di idee socialiste Alfred Adler nell’agosto del 1930 e del 1931. Vi sono testimonianze di prima mano secondo le quali Crowley avrebbe introdotto Aldous Huxley, autore dei celebri Le porte della percezione e Il mondo nuovo, all’uso della mescalina, a Berlino, negli anni precedenti al 1933.

Nell’aprile del 1945 viene ammesso nell’ordine di Crowley Lafayette Ronald Hubbard, non è chiaro se i due si siano mai incontrati personalmente ma è certo che i due inizialmente erano affascinati dalla reciproca opera, ed è probabile che si siano contattati tramite lettere e carteggi.

Aleister Crowley morì di infezione respiratoria ad Hastings il 1 dicembre 1947 all’età di 72 anni. Nel corso della sua vita aveva fatto largo uso di eroina ma aveva smesso da alcuni anni per cominciare a fare uso in grandi quantità di morfina per curare asma e bronchite.Il suo ultimo dottore, un medico di nome Thomson, morì il giorno dopo di lui e questo permise ai giornali di speculare sulla eventualità che Crowley avesse lanciato una maledizione sul medico

Alister Crowleyultima modifica: 2009-02-02T00:48:00+01:00da moonfaire
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Alister Crowley

Lascia un commento