Cagliostro vita e opere

imgCache-foto-cella-cagliostro.jpg-774.jpg
Cagliostro, al secolo Giuseppe Balsamo, conosciuto soprattutto con il nome di Alessandro conte di Cagliostro.

Orfano del padre, Giuseppe fu accolto nell’istituto per orfani di San Rocco dove compì i primi studi, seguito dalla cura degli Scolopi. Da quel collegio Giuseppe fuggì numerose volte, per questo la famiglia pensò bene di affidarlo, nel 1756, al convento dei Fatebenefratelli di Caltagirone, affinché vi temperasse l’indole e vi imparasse un mestiere; così, nel convento, che era annesso all’Ospedale dello Spirito Santo, Giuseppe si interessò di erbe medicinali, delle loro proprietà e delle tisane utilizzate dalla medicina dell’epoca, una conoscenza che gli tornerà utile negli anni a venire.Dopo essersi rifugiato a Roma sposo’ Lorenza Feliciani (1768) viaggiò in lungo e in largo  l’Egitto, la Persia e quasi tutti i paesi d’Europa dove, vantando segreti quali l’acqua di giovinezza e la pietra filosofale e dichiarando di possedere capacità mirabolanti, riuscì a diventare amico di re e di principi. Implicato nell’affare della “collana” ed espulso dalla Francia (1786) si stabilì a Roma dove però, nel 1789, fu condannato a morte dall’Inquisizione per stregoneria, ma fu salvato dal capestro per intervento dello stesso Papa, Pio VI, che era stato da lui guarito.  Fu così imprigionato come eretico e condannato al carcere perpetuo nella Rocca di San Leo, in Romagna, dove morì nel 1795 a cinquantadue anni.

Cagliostro vita e opereultima modifica: 2009-09-25T20:48:00+02:00da moonfaire
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento