I cristalli -elenco-

Image from glowtxt.com text generator
A-B-C-D-E

Elisir coi cristalli

Si immerge per tre giorni una gemma in acqua di fonte o minerale non gassata o bollita. Il tutto in un recipiente trasparente, pulito. Si espone al sole o alla luna crescente a seconda della pietra. Si miscela l’acqua al 50 % con alcool spagirico (cioè superiore a 90°). Altrimenti si può fare con acqua bidistillata più alcool al 30%. Si travasa in bottigliette da 30 ml di vetro scuro e si imprimono 32 succussioni. Si conserva al buio.

Acqua energizzante

Mettere in un recipiente sterilizzato possibilmente di vetro scuro 300 ml di acqua distillata o di fonte o minerale naturale. Appoggiare il recipiente su un legno naturale, sulla terra, inserire la pietra purificata, coprire con un telo pulitissimo (cotone, lino), lasciare al sole dalle 8 alle 11 circa. La pietra utilizzata per caricare l’acqua, viene tolta, sciacquata e fatta asciugare al sole. Versare l’acqua energizzata nella bottiglia, aggiungere 200 ml di cognac o altro liquore a 40°, agitare.

 Come scegliere i cristalli

NERO: assorbe i ristagni di energia, allevia il dolore e distende, infonde sicurezza e stabilità (Ossidiana, Quarzo fumè Tormalina nera).

ROSSO: dona energia e vitalità , favorisce la rigenerazione del sangue e dei tessuti, genera calore (Rubino, Granato, Agata).

ROSA: dona compassione e tranquillità (Quarzo rosa, Opale rosa, Tormalina rosa).

ARANCIO: favorisce equilibrio e serenità, rende gioviali e spontanei (Corniola, Ambra, Calcite arancio).

GIALLO: favorisce la digestione, aiuta il pensiero razionale e l’assimilazione di energia, dona felicità e fiducia in se stessi (Quarzo Citrino, Topazio, Ambra, Calcite gialla).

VERDE: colore della guarigione, calma e bilancia il cuore e la mente. Sostiene l’attività  della cistifellea e del fegato (Diaspro verde, Giada, Tormalina verde, Avventurina, Olivina).

BLU: colore della mente creativa, dona chiarezza mentale, saggezza, ha fama di antisettico per la gola (Lapislazzuli, Turchese, Crisocolla, Sodalite, Acquamarina).

VIOLA: protegge dalle influenze esterne, facilita i cambiamenti, sviluppa l’ispirazione, l’arte e la libertà  di pensiero (Ametista, Fluorite, Sugilite).

BIANCO, TRASPARENTE: veicola la luce, dona purezza, creatività e induce a perfezionarsi. In particolare, il Quarzo di Rocca, rafforza i poteri delle altre pietre (Quarzo di Rocca, Elestial, Selenite, Apofillite).

 Elenco Cristalli

 

AMostra immagine a dimensione interaCQUAMARINA
L’acquamarina armonizza l’ipofisi e la tiroide, fortifica il cuore ed il sistema immunitario, cura le infiammazioni delle vie respiratorie, le malattie del sangue e dei nervi.
Contribuisce alla serenità interiore , stimolando ordine, chiarezza e lucidità, favorendo le sue capacità espressive e comunicative.Formula: Al2Be3[Si16O18] Classe: Silicati  Durezza: 7,5-8 Colore: Verde acqua / Azzurro . Chakra: GOLA – PLESSO SOLARE  Simboleggia la trasparenza del sentimento.

Questo cristallo esagonale di forma allungata appartiene alla famiglia dei berilli. Il suo colore spazia dal verde-azzurro al colore dell’acqua trasparente sino all’azzurro più intenso ed è dovuto alla presenza di tracce di ferro. Era conosciuta ed utilizzata dai Greci e dai Romani fin dal III° secolo a C. e le venivano attribuite proprietà protettrici durante i viaggi in mare. Era ritenuta la pietra dell’immortalità e veniva usata come amuleto durante le navigazione.

Era anticamente considerata fra le pietre sacre e sembra che papa Giulio II° ne avesse un esemplare di circa 5 cm. sulla sua tiara.

I cristalli hanno forma di prismi esagonali allungati ed il loro colore, secondo Plinio, riproduce quello del mare puro. Per valutarne la qualità i Romani usavano immergerle in mare e solo quelle che diventavano invisibili erano ritenute di pregio.Sebbene il colore prevalente sia l’azzurro, l’acquamarina presenta il fenomeno del pleocroismo, acquista  infatti colori diversi a seconda dell’angolazione dalla quale viene osservata. Inoltre è birifrangente, capace cioè di scindere in due il raggio che l’attraversa. ed in antichità si riteneva che insegnasse a distinguere il vero dal falso, l’amico dal nemico, donando chiarezza mentale.

I migliori giacimenti si trovano in Brasile; cristalli piccoli, ma di buona qualità sono stati trovati nell’isola d’Elba. Il nome proviene dal periodo rinascimentale,

È la pietra dei sentimenti limpidi, innocenti, che infondono sensazioni di benefica tranquillità e di disponibilità e apertura verso il mondo esterno. Dona spensieratezza, creatività, comunicatività, una maggiore fiducia in se stessi e la consapevolezza delle proprie capacità; riduce ansia, paura ed irrequietezza.

La sua azione terapeutica è molto efficace e si esplica soprattutto sulle emozioni e sui sentimenti, favorendo inoltre il rilassamento, la chiarezza e facilitando l’auto-espressione.

È la pietra della verità e della tranquillità, aiuta a risolvere le crisi d’ansia e rilassarsi.

Di grande aiuto alle persone timide, libera l’espressione del pensiero, aiuta la crescita interiore, promuove la preveggenza e la sincerità. Favorisce sonni profetici e allontana le negatività dalla mente.

L’elemento che le fa da catalizzatore è l’acqua, purificatrice, rigeneratrice e culla della vita. Porta l’individuo ad uno stato di leggerezza nel quale è portato a credere di riuscire a portare a termine ciò che inizia. Purifica il corpo, bilanciatore fisico/emozionale/mentale migliora la chiarezza mentale, eccellente per la meditazione, aiuta la creatività espressiva.

Aiuta a scacciare le fobie. Dona ispirazione, pace, calma, amore.

La sua vibrazione si addice al IV Chakra (cardiaco) Armonizza l’attività dell’ipofisi e della tiroide, regolando la crescita e l’equilibrio ormonale è utile per i problemi della tiroide in particolare quelli ansiosi causati da un suo cattivo funzionamento: dolori di origine nervosa, disordini ghiandolari, dolori alla nuca ed alla mascella.

Perfetta da 5° cakra, permette l’espressione verbale della nostra maniera di essere profondi. Calmante, come tutte le pietre azzurre, ha effetto sulle vie respiratorie in particolare sul tratto che dalla bocca porta ai bronchi, favorendo la risoluzione di disturbi quali riniti, laringiti, faringiti, tonsilliti. Aiuta la respirazione, nei problemi polmonari, nei problemi di voce: indicata a chi soffre di asma e di problemi respiratori in generale.Viene inoltre consigliata in caso di infezioni delle gengive e del cavo orale.Lenisce le tensioni alle spalle. Alessandro Magno ne portava sempre con sé una per combattere il mal di denti, non è chiaro però come la utilizzasse.

Calma i nervi.Riduce la ritenzione dei liquidi. Ha una buona entrata anche sul 4° chakra, dove agisce sulle disfunzioni della milza

Rinforza RENI, FEGATO, MILZA , TIROIDE e gli OCCHI.

AMBRA
  
 L’Ambra non è una pietra bensì una resina organica fossile dell’albero “Pinus Succinifera” che data circa 50 milioni di anni.’Ambra aiuta a curare le allergie come quella agli animali, al fieno, al polline. Allevia il dolore dei bambini piccoli che mettono i primi denti, e agli adulti che fanno devitalizzare un dente, e calma le infiammazioni della bocca in generale.L’Ambra lavora molto bene contro i reumatismi e i dolori alla schiena. L’ambra viene utilizzata come disinfiammante, soprattutto nelle malattie legate al raffreddore, alle infiammazioni della gola e dei polmoni, alla bronchite, e allevia i problemi legati all’asma.Utile nei casi di disturbi allo stomaco, alla milza e ai reni, l’Ambra stimola anche le funzioni del fegato e della tiroide. Aiuta ad aumentare l’auto guarigione di piccole ferite o ematomi.

EFFETTI SULL’EMOTIVITA’ PSICHICA:L’Ambra aumenta la capacità decisionale. Aiuta in caso di depressione o tensione. Dà fiducia e ottimismo. Trasmuta le energie negative in energie positive, calma il sistema nervoso, amplifica le proprie predisposizioni, purifica le proprie energie e infonde un senso profondo di calore.L’Ambra è un ottimo elemento di autorigenerazione e di purificazione.

EFFETTI SULL’ATTIVITA’ MENTALE:L’Ambra stimola l’elasticità mentale e la creatività. Conferisce miglioramento alla propria capacità di realizzazione e questo aiuta la persona a essere maggiormente motivata.
EFFETTI SULLA SPIRITUALITA’:L’Ambra dona solarità, calore, ottimismo, apertura alla vita, favorisce fluidità e spontaneità. POSSIBILITA’ D’IMPIEGO – PARTICOLARITA’:Gli antichi maestri facevano elisir di Ambra per curare tutto il corpo.
Si lascia un’ambra in un bicchiere d’acqua per una notte e si beve l’acqua così caricata a digiuno il mattino seguente: aiuta ad attenuare i dolori reumatici.

PULIZIA
Può esserer scaricato da disarmonie dopo l’uso sotto l’acqua corrente. Ama il Reiki. Non si deve mettere l’Ambra al sole, e nemmeno in contatto con elementi corrosivi o acidi.

TERAPIA
Si consiglia l’impiego frequente e prolungato. Può essere portata come ciondolo dai bambini e, ogni tanto, dalla madre che effettua così uno scambio di informazioni energetiche.

CHAKRA CORRISPONDENTE
3° CHAKRA (Manipura) – Plesso Solare e 2° CHAKRA (Svadishthana) – Addome

SEGNI ZODIACALI
Gemelli, Leone, Vergine

Mostra immagine a dimensione interaAMETISTA

CHAKRA: Sesto e Settimo
ELEMENTO: Acqua
SISTEMA CRISTALLINO: trigonale
CLASSE MINERALE: ossidi, gruppo dei quarzi
SEGNO ZODIACALE: Sagittario, Acquario, Pesci, Scorpione
PROFUMO: mirra
LUCE: Pace nella sapienza
COLORE: indaco, violetto
SEDE COLLEGATA: terzo occhio
DIVINITA’ COLLEGATA: La Madre Divina
ENERGIA: Purificazione del subconscio per accentuare l’intuizione; stato della mente in perfetto equilibrio, porta alla devozione; permette di vedere la perfezione divina in tutte le cose
COGNIZIONE: aiuta a superare i momenti di tristezza; concilia il sonno, rende piu’ chiari i sogni. Aiuta ad affrontare con piu’ coscienza le situazioni. Attenua le tensioni e i dolori, soprattutto quelli collegati alle emicranie, alle ferite, ai gonfiori. E’ utile nella cura delle malattie nervose, delle vie respiratorie e della pelle.
Si consiglia di tenere la pietra a stretto contatto con la pelle
La Grande Madre è la manifestazione divina femminile dell’Universo. Secondo la Tradizione la Madre divina è ‘l’occhio aperto sull’abisso’, osserva tutto ciò che accade nel mondo della manifestazione e agisce per trasformare l’ignoranza in coscienza piena. Questa coscienza materna dell’Universo ci accompagna lungo il cammino del ‘risveglio’ del Terzo Occhio.

La presenza della Madre Divina è universale e si riscontra in tutte le culture: Isis nell’Egitto Antico, Maria nel Cristianesimo, Maya nel Buddhismo, Shakti in India. Il suo simbolo è l’Ametista.

Il nome di questa pietra deriva dal greco ‘amethystos’ che significa ‘non ebrio’ si utilizzava nelle feste dedicate a Bacco per il suo potere di mantenere sobrio chi la teneva con sé.

Durante il Medio Evo l’Ametista era più cara del diamante ed era utilizzata dall’alto clero e dalla nobiltà, nell’anello dei cardinali, dei re, dei duchi come simbolo di potere assoluto poiché chi conosceva lo spirito poteva dominare anche la materia.

Dopo il cristallo bianco l’Ametista è la principale pietra della tradizione occidentale.

Il suo raggio violetto emette una vibrazione speciale capace di potenziare la nostra coscienza superiore, producendo la spiritualizzazione della mente e stati alterati di coscienza. L’Ametista apre le porte verso la comprensione magica dell’Universo

Nella tradizione orientale l’Ametista è la pietra del 6 chakra o Ajna, frontale, meglio conosciuto come ‘Terzo Occhio’. Questo chakra è l’abitazione dell’anima che una volta ‘aperto’ si ottiene la visione delle realtà superiori dell’Universo.

L’Ametista è una pietra lunare (yin) sotto l’influsso della luna questa pietra sacra risveglia in noi l’aspetto femminile dell’Universo, ciò significa risvegliare le facoltà magiche latenti: intuizione superiore, sogni ispirati, premonizione, sesto senso, comprensione, visione astrale. Essa ci conduce verso le emozioni più elevate, la sensibilità spirituale e il piacere.

L’Ametista insegna l’umiltà, mostrandoci l’infinito che ci circonda ci mostra anche quanto è ridicolo l’ego. Inoltre ci consola nelle sofferenze, mostrandoci come superare le difficoltà che ci affliggono.

L’Ametista è la porta per la nostra suprema realizzazione interiore, è la pietra per ritrovare il nostro vero Sé. Ci offre pace interiore, allontana l’egocentrismo, facilitando la nostra crescita spirituale e ci insegna che tutto è sacro nell’Universo. Crea armonia, entrando in contatto con noi, armonizza i sette chakra. Elimina le inquietudini, stimola la fiducia nelle nostre capacità spirituali e nella nostra autostima. Disperde lo scetticismo, la freddezza, l’indifferenza. Risveglia la pazienza, crea una fede profonda e ci fa acquisire un carattere molto più sereno e fiducioso.

Di tutte le pietre sacre l’Ametista è quella che possiede una auto-coscienza più accentuata e una maggiore personalità. Emette vibrazioni positive, messaggi, insegnamenti, avvisi di prudenza, con grande chiarezza. Chi la porta con sé udirà con nitidezza la sua voce interiore, scoprirà un’amica sincera, una saggia consigliera. Normalmente chi la porta suole sviluppare un grande amore verso di essa. Può accadere spesso che il suo possessore stia per dimenticarsela uscendo di casa e si senta chiamare attraverso l’intuizione, ricordandosi di prenderla con sé. Essa sente la necessità di accompagnare, proteggere, confortare, avvisare, insegnare.

Quando l’Ametista si rompe è perché ha attratto su di sé qualcosa di terribile che sarebbe accaduto al suo possessore. Con amore e affetto lo protegge dalle malattie, dagli incidenti, lo avvisa sulle persone che possono fargli del male e gli ricorda gli insegnamenti spirituali. É la pietra dei ‘buoni consigli’

Nel Medio Evo si credeva che l’Ametista portasse felicità coniugale, per questo nelle nozze dei ricchi, gli sposi baciavano l’anello di ametista del vescovo che officiava la cerimonia. Le madri la davano ai figli che partivano in guerra perché li proteggesse. Quando nasceva un bambino gli si donava un’ametista per dare forza al suo Angelo Custode e proteggerlo dalle malattie e dal ‘malocchio’. Sui bicchieri dei ricchi era incastonata un’ametista, perché si pensava che si sarebbe rotta se vi fosse messo del veleno. Fu utilizata pure contro l’alcolismo, le malattie nervose, gli impulsi violenti, i dolori di testa.

I raggruppamenti di Ametista con tante punte sono il prototipo di una famiglia felice e armoniosa così come dei gruppi che si riuniscono insieme. Dobbiamo sempre tenerne uno nelle nostre case o nel nostro luogo di lavoro. Simbolizzano anche le anime luminose e angeliche che risiedono in essa.

Le comunità esoteriche e le società segrete utilizzano da secoli il raggruppamento di ametista come simbolo di alleanza, cooperazione, e fratellanza nella Sala del Tempio del loro ordine per garantire l’armonia tra i loro componenti e la presenza di spiriti elevati.

Per favorire il sonno e i bei sogni
 -Seduto comodo e rilassato metti un’ametista sul Terzo Occhio’ e medita per qualche minuto

 -Un’ora prima di andare a letto, metti un’Ametista in un bicchiere con acqua. Prima di addormentarti togli l’Ametista dal bicchiere e bevi l’acqua

 -Lascia la pietra sotto il cuscino o sul comodino (lasciala lì anche durante il giorno).

AVVENTURINA

Formula: SiO2
Classe: Ossidi
Durezza: 7
Colore: Verde traslucido
Chakra:V Cuore

E’ un aggregato di granuli di quarzo frammisti a laminette di minerali diversi che conferiscono quel bel luccichio interno che viene detto “avventurinamento”, (nome deriva dall’italiano “a-ventura”, riferito alle scagliette micacee distribuite apparentemente a caso sulla sua superficie) è traslucido di colore verde marcato, leggermente scuro ed olivastro, dovuto ai depositi di fucsite (cromo-micra) in esso presenti, reso iridescente e “brillantinato” dalle inclusioni di mica.

Come  varietà di quarzo non è molto pregiata e quindi non imitata. Il nome di avventurina fu dato ad un particolare vetro ottenuto per caso da un vetraio di Murano che fece cadere scaglie e limatura di rame nel vetro fuso. Da allora questo nome fu dato ad un quarzo ricco di inclusioni cristalline di vari minerali che gli conferiscono un caratteristico sfavillio.
I migliori esemplari provengono dall’India, dal Brasile, dalla Cina e dalla Siberia.
È adatta a chi segue una psicoterapia per ritrovare attitudine positiva nei confronti degli avvenimenti.
Si colloca nel V Chakra ed e’ la “pietra dell’ottimismo”. Da’ entusiasmo e aumenta l’inventiva.
Allevia l’ansia ed aiuta a superare le paure inconsce; aiuta a ritrovare la tranquillità emotiva. Associata alla malachite, l’avventurina rimuove disagi risalenti all’infanzia (che la malachite farà emergere) perché possiamo liberarcene.

Rende più pazienti, meno irosi e più disponibili nei confronti degli altri.
Tonifica il tessuto muscolare, rinforza il sangue e aiuta a combattere il colesterolo.
E’ un antinfiammatorio e un antidolorifico.
Pietra legata alla vista, protegge e rinforza gli occhi. Si può posare sugli occhi per favorire una visione più chiara dei problemi che affliggono il cuore ed è anche indicata nei casi di miopia o di infiammazione del bulbo oculare.
Rinforza la ghiandola del timo ed è benefica per il sistema nervoso; si può immergere nell’acqua del bagno per curare i disturbi della pelle: allergie, acne, forfora, eczemi, orticaria, pruriti e psoriasi.
Chi ama tentare la sorte al gioco può indossarla come portafortuna per avere una chance in più.

Disturbi della mente e del corpo: Acne; Allergie; Amici (trovare); Capelli (forfora ai); Cicatrici; Eczemi; Leucoderma; Malinconia; Orticaria; Ottimismo (stimolare l’); Paura eccessiva; Paure represse; pelle (allergie ed eruzioni della); Prurito; Psoriasi; Spina dorsale; Timore eccessivo

 

CALCEDONIO BLU
Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi
Formula chimica: SiO2
Sistema cristallino: trigonale
Processo litogenetico: primario o secondario
Colore:azzurro, azzurro e bianco a strisce

La pietra della comunicazione e dell’ottimismo. Pietra già conosciuta nell’antichità, veniva associata all’aria e all’acqua e si usava per i disturbi da esse generati come raffreddori ed influenze.

Questo cristallo, che agisce sul 5° chakra , è legato a tutti gli aspetti della comunicazione, dal farsi capire al comprendere gli altri. Migliora la capacità dialettica e la proprietà di linguaggio.

Sviluppa inoltre ottimismo e fiducia in se stessi e poiché svolge un’ azione anche sul 6° chakra dona consapevolezza ed apertura mentale. Aumenta la creatività e l’intuizione. Fa percepire in modo profondo i propri sentimenti e rende consci dei propri desideri e aspirazioni.

La tradizione la vuole capace di rafforzare la memoria ed aiutare nei momenti di stress. Per questo motivo, e per la sua azione positiva sulla capacità di comunicazione, si rivela utilissimo nello studio e durante gli esami.

Secondo la tradizione, a livello fisico agirebbe sull’apparato respiratorio, sarebbe benefico contro i raffreddori e i disturbi dovuti al fumo. Utile anche a chi soffre di metereopatia. Favorirebbe il flusso della linfa e dei liquidi, drenando il loro eccesso nei tessuti.Infine, secondo gli esperti di cristalli, faciliterebbe la produzione di latte nella donna.

Si indossa come ciondolo o monile di altro genere. È una pietra ornamentale di facile reperibilità. Durante la meditazione si pone sul 6° chakra, per beneficiare della sua azione a livello mentale e spirituale.

Si purifica con l’acqua corrente, si ricarica alla luce indiretta del sole. CALCITE
La calcite stimola il metabolismo ed il sistema immunitario, fortifica denti ed ossa ed allevia i problemi della pelle. Dona equilibrio al sistema nervoso e contribuisce a combattere malinconie e crisi depressive. Stimola l’ottimismo ed i processi vitali, rafforzando memoria, capacità discriminatoria e determinazione, che rendono l’individuo più positivo ed efficiente. Particolarmente utile nella cura del sonnambulismo.

CORNIOLA
Classe minerale: ossidi, gruppo dei quarzi
Formula chimica: SiO2 + (Fe, O, OH)
Sistema cristallino: trigonale
Processo litogenetico: primario
Colore: arancio, rosso, bruno    Il perfetto amuleto

La corniola è una varietà di calcedonio, che dona stabilità, concretezza, razionalità.
Questa pietra dal bel colore arancio lavora sul sul 2° chakra, mettendoci in contatto con le nostre emozioni, e apporta felicità, gioia di vivere ed energia. Ci fa apprezzare i piaceri della vita e quanto il mondo fisico può offrire.
Aumenta la fiducia in noi stessi, permettendoci di esprimere la nostra vera natura, e di conseguenza guarisce dall’invidia e dalla gelosia.
È una pietra altamente protettiva e una delle più usate per gli amuleti.

Agendo sul 2°chakra, ha a che fare con tutto ciò che riguarda l’assimilazione, non solo a livello fisico ma anche emotivo. Ci aiuta ad assorbire le esperienze vissute e a trarne insegnamento.

Sarebbe adatta anche alle persone dalla mente assente e sfocata, che hanno bisogno di stare con i piedi per terra: li aiuta a concentrarsi sul presente e a essere realisti e pratici.
Secondo gli esperti di cristalli, dal punto di vista fisico, sarebbe apporterebbe al corpo energia e calore. Avrebbe un’azione purificante sul sangue e lo arricchirebbe, favorendo l’assimilazione di sostanze nutritive e vitamine. Aiuterebbe intestino e cistifellea e potrebbe essere utile in caso di aerofagia e dolori addominali.
Nei suoi scritti, Santa Ildegarda la consiglia per fermare le emorragie dal naso.

Si può portare come anello o ciondolo, con una lunga catenina per avvicinarla alla zona del 2°chakra, o porre, in un sacchetto di cotone, direttamente sulla zona da trattare. Se si usa durante la meditazione, va appoggiata sul 2°chakra per pulirlo ed equilibrarlo.
La tradizione orientale, sostiene che sia molto utile per armonizzare la casa e proteggerla da influenze negative e campi elettromagnetici. A questo scopo, la si può disporre ai quattro angoli di una stanza o del perimetro dell’intera casa.

Si purifica con il metodo del sale e con gli altri metodi di pulizia. Si ricarica alla luce del sole.
  
Purtroppo in commercio viene spesso venduto per Corniola del Calcedonio colorato sinteticamente di rosso. La colorazione sintetica, se ben fatta è molto gradevole e rende la pietra commercializzabile a prezzi inferiori sopratutto per gioielleria e manufatti come sfere e piramidi.
Come nel caso del Citrino e del Quarzo Madera, la Corniola naturale riteniamo sia da preferire (vibrazioni tipiche più forti), consigliamo comunque, come sempre, di affidarsi al proprio diretto sentire, fidandosi della propria sperimentazione.

La qualità migliore proviene dall’India, dove il colore di questa pietra è accentuato dall’esposizione al sole.

Può attivare potentemente il secondo chakra (sessuale) per aumentare la creatività e (negli adulti) la sessualità.

  
 DIASPRO ROSSO
Il diaspro rosso è indicato soprattutto per i problemi del sangue, come anemie congenite e infezioni. Riequilibra le energie sessuali stimolando gli organi della riproduzione. Utile in gravidanza, calma le nausee, fortifica il feto ed agevola parto. Stimola fegato, vescica biliare e reni, donando equilibrio al sistema gastrico ed a quello endocrino. Facilita l’ossigenazione del sangue e l’assimilazione del ferro. Contribuendo al raggiungimento di un equilibrio psico-fisico, elimina insicurezza, senso di inquietudine e sensi di colpa; favorisce il senso di responsabilità e di rettitudine nei confronti del prossimo.
 Rinforza il fegato, la vescica biliare, la vescica ed i reni.E’ un potente terapeutico, protegge dalle malattiee si ha il maggiore impatto sul corpo fisico, che n’è rafforzato. Regola la guarigione del sistema gastrico e dona equilibrio al sistema endocrino.Ha la maggiore entrata nel 2° chakra,nei vortici delle mani e tonifica i vortici della colonna vertebrale.E’ una varietà di calcedonio compatto, opaco, i cui svariatissimi colori ed aspettisono dovuti alla presenza di ossidi e di sostanze organiche. I diaspri si possono trovare a volte a colorazioni uniformi(bianco, rosso, verde, giallo, marrone e nero)ma quasi sempre sono miste, multicolori, con venature, macchie e strani affascinanti disegni.Aiuta a superare i disturbi neurovegetativi consentendo una migliore ossigenazione del sangue, che attiva la vitalità fisica e aiuta la rigenerazione dei tessuti. E’ inoltre indicato a coloro che hanno difficoltà ad assimilare il ferro.Resistente, solido, rassicurante, il diaspro è la pietra della stabilità(rappresenta l’elemento Terra). Potreste usarlo per ridurre l’insicurezza, timori,pensieri inquietanti, sensi di colpa.Può anche proteggervi dal pericolo di sentirvi troppo coinvolti emotivamentein relazioni con altre persone o cose che potrebbero nuocervi. Tutti i diaspri esercitano una forte influenza sulla vostra natura emotiva,riducendo lo stress. Indossate i diaspri di ogni colore e vi sentirete rilassati e sicuri.A livello sottile va considerato come la pietra di collegamento fra il ” sacro e profano ” di ogni essere umano, in pratica fra il puro istinto e l’intuizione. Il diaspro rafforza la fede negli ideali ed aiuta a compiere gli sforzi necessariper trasformare i propositi in fatti. E’ adoperato come amuleto.Funziona coi chakra a seconda del colore della pietra. Si può attivare esponendolo alla luce riflessa del sole (ombra) o alla luna.

EMATITE
Sistema cristallino: trigonale
Classe minerale: ossidi
Colore: rosso, bruno
Come riconoscerla: appare nera e rilucente, grigio acciaio o rosso bruna. Tagliata a fettine sottili invece è trasparente e rossa.
Cakra: 1° (base)
Cristalli romboedrici tabulari, durezza 6,5, colore grigio-nero, nero, grigio acciaio, rosso bruno.
Zone di estrazione: Brasile Stati Uniti, Ucraina, Canada, Venezuela, Angola Svezia, Svizzera, Inghilterra e Italia (isola d’Elba). Imitazioni: ematite sintetica o ematina (limatura di ferro più polvere di ematite). Potente pietra plutoniana, per chi ne è attratto è una grande alleata. Energetica e rivitalizzante: radica le energie. Rafforza il corpo fisico ed eterico. Aumenta la resistenza allo stress. Incrementa l’ottimismo, il magnetismo personale e la volontà e dà coraggio. Favorisce la circolazione sanguigna, attiva la milza e aumenta l’assorbimento di ossigeno.
Indicazioni: anemia, ascessi, bruciature, formazione delle cellule, cicatrici, circolazione sanguigna, purificazione del fegato, ferite, infiammazioni, iperattività, legamenti, globuli rossi del sangue, illusioni, varici, vene varicose.
Proprietà: rafforza la voglia di vivere e induce a migliorare le condizioni della propria esistenza.
Rinsalda la volontà e rende acutamente consapevole della aspirazioni che ancora attendono di essere realizzate. Conferisce dinamismo e vitalità. Spinge a prendersi cura dei propri bisogni fondamentali e, perciò, del proprio benessere fisico, incoraggiando, all’occorrenza a combattere per soddisfarli.
Ottima per il “radicamento”.
Migliora l’assimilazione del ferro da parte dell’intestino tenue e stimola la produzione di globuli rossi. In tal modo determina un aumento dell’apporto di ossigeno a tutti i tessuti dell’organismo, con conseguente miglioramento delle condizioni generali di salute.
Impiego: è consigliabile portarla con sé, tenendola a diretto contatto con cappelle o di adagiarla sul corpo. Il suo uso è controindicato in caso di infiammazioni, in quanto può acuirle.

I cristalli -elenco-ultima modifica: 2009-01-27T21:38:00+01:00da moonfaire
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “I cristalli -elenco-

  1. Li trovi nei negozi specializzati tipo Geoline o in Internet. Ma fai attenzione ai cristalli trattati con luci speciali che fanno loro cambiare colore e poi spacciati per quello che non sono ( es. il quarzo giallo). Assicurati abbiano allegato un fogliettino di garanzia con le caratteristiche chimiche della pietra.
    Il prezzo dipende dal cristallo, ma generalmente dai 3 a 20 euro max per i piu’ comuni. tipo il quarzo rosa o l’occhio di tigre.
    Ciao
    Moonfayre

Lascia un commento