INIZIAZIONE ALL’ALTA MAGIA RITUALE ESOTERICO-MAGICO Di J. SABELLICUS

 

  • ISTRUZIONE PRIMA

libri angeli.jpgNOSCE TE IPSUM.

Distenditi in posizione confortevole, in un luogo ove nulla possa giungere a disturbarti; cerca di fermare i tuoi pensieri.

Per cominciare, fissa la mente sull’oggetto più semplice: un punto su un foglio di carta bianca e pulita .

Dopo pochi tentativi, sarai in grado di fare a meno del foglio, e di immaginare semplicemente il punto. All’inizio dei pensieri estranei tenderanno ad affacciarsi, ma con la pratica sarai in grado di allontanarli dalla mente senza sforzo. Pochi minuti al giorno saranno sufficienti per metterti in grado di raggiungere risultati concreti, e prepararti a successivi sviluppi.Questo è l’inizio delle operazioni pratiche, il primo passo verso la conoscenza vera, distinta dalla semplice informazione.

 

TEORIA

<< l’universo della magia e situato nella mente dell’uomo; l’ambiente non e che un’illusione,anche per chi pensa >> (Aleister Crowley).

La scienza si forma sull’informazione: ma accumulare, notizie più o meno esatte, è solo una , e non la più importante, fra le vere funzioni della mente. L’uso corretto della mente, ed il pieno sviluppo delle sue facoltà,è in genere il primo obbiettivo dell’insegnamento dispensato dalle varie scuole esoteriche.

La meditazione consente di controllare e di purificare il pensiero. Una mente cosi << perfezionata >> potrà cogliere la differenza tra i falsi ed i veri valori;sensi ed animo adagiati alla calma predisporranno alla liberazione dei pregiudizi, ed all’abbandono dei punti di vista personali. L’abitudine di pensare al <<se >>in opposizione agli << altri >, impedisce il pensiero impersonale: per giungere alla conoscenza assoluta, è tuttavia indispensabile pensare impersonalmente.

Occorre perciò seguire una precisa disciplina mentale,praticando con frequenza certi esercizi , al fine di acquistare la necessaria concentrazione.

( Nei tarocchi, il raggiungimento di tale opportuno stato della mente è rappresentato dal sedicesimo arcano, la torre cadente, che raffigura una torre color carne, che crolla colpita da un fulmine, mentre dalla sua cima precipitano due uomini. Il suo significato simbolico è quello del crollo di una falsa scienza, attraverso la consapevolezza che << la struttura della conoscenza edificata sulle fondamenta del sofisma della separazione personale, è una torre di falsa scienza >>. Fra i significati della carta vi e anche quello della disciplina, cioè la rigida regola alla quale deve sottoporsi l’adepto per trarre frutto dal suo lavoro).

Il sentiero che conduce all’illuminazione è lungo esattamente otto passi:

1) GIUSTA CONOSCENZA. E la consapevolezza della non-permanenza di tutti i fenomeni fisici esterni e di tutti i componenti della propria personalità. Le idee cambiano man mano che la comprensione si sviluppa. Il pregiudizio deve essere eliminato, occorre divenire intelligenti e tolleranti. Le idee ordinarie verranno scosse via come foglie secche, per essere rimpiazzate da idee superiori.

2) GIUSTI OBBIETTIVI. L’obbiettivo immediato è quello di vivere la verità che si e raggiunta;quello finale è la liberazione dai limiti della personalità e della sofferenza.

3) GIUSTA PAROLA. Sia veritiera,onesta cortese e opportuna.

4) GIUSTA CONDOTTA. Sia pacifica, benevola e volta all’alto.

5) GIUSTI MEZZI DI VITA. Occorre esercitare un’occupazione che non rechi danno ad alcun essere vivente. Questo aita a riconoscere l’unicità della vita al di sotto della diversità delle sue varie forme.soltanto chi è al di sopra della violenza e capace di retta meditazione.

6) GIUSTO SFORZO. Lo sforzo continuo di controllare pensieri e azioni distruggerà tutto quello che è dannoso. Vincere ignoranza e desiderio significa avanzare lungo il sentiero

7) GIUSTA ATTENZIONE. L’osservazione acuta della vita e dei pensieri personali, degli atti, le intenzioni e le loro cause. Occorre osservare le funzioni del corpo e della mente,raccogliere le esperienze, coltivare la consapevolezza del presente e meditare sul futuro. Questa abitudine facilità l’analisi e la riflessione necessarie alla meditazione.

8) GIUSTA CONCENTRAZIONE. Pensa ad un oggetto o a un idea per volta, con esclusione di tutti gli altri. Questa pratica serve ad ottenere la conoscenza suprema non per se stessi, ma a beneficio di tutti gli esseri viventi: tutta la vita e infatti interdipendente.

INIZIAZIONE ALL’ALTA MAGIA RITUALE ESOTERICO-MAGICO Di J. SABELLICUSultima modifica: 2010-11-14T15:48:30+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento