Magia spiritica

http://files.splinder.com/7d5455c0bf23707ba8382064019628ab.jpeg

 

Evocare i morti , i trapassati,per chiedere loro consigli, informazioni, profezie, oppure per placare la loro ira, è una usanza vecchia quanto il mondo. Nella Bibbia, ad esempio, vediamo il re Saul (1 Sam. 28) cercare di comunicare con lo spirito di Samuele servendosi di una indovina. In Mesopotamia, invece, si cercava di entrare in contatto con i morti nel momento in cui si pensava tornassero a visitare la loro vecchia casa. Il culto delle anime degli antenati con offerte e cibi per onorarli ed ottenerne l’aiuto, era praticato in Cina ed India, come anche dai Greci e dai Romani.

Magia spiritica

Che Cosa e’ Lo Spiritismo Di Allan Kardec

E’ comunque una delle più pericolose ramificazioni dell’occultismo,il tentativo di mettersi in contatto con le anime dei defunti o gli spiriti. Questa pratica esiste da sempre presso tutte le popolazioni e culture. Quasi sempre qui è presente un’altra persona – il cosiddetto medium – cioè, l’intermediario tra gli spiriti e le persone.
Ci pongono le domande quando si sente parlare di questa pratica: È davvero possibile richiamare gli spiriti? Alle sedute spiritistiche appaiono solamente gli spiriti cattivi? Tanti le fanno tenendo presente il caso che riporta la Bibbia quando Saul, il re d’Israele, consultò una negromante (donna-medium), comandandole: “Pratica la divinazione per me con uno spirito. Evocami colui che ti dirò” (1 Sani 28, 8). Effettivamente si presentò lo spirito del defunto, Samuele. Dio ha permesso questo evento eccezionale.

Alcuni esempi

Swedenborg Emmanuel (1688-1772), medium, chiaroveggente, di origine svedese, ebbe durante i suoi sogni, messaggi e rivelazioni, a suo dire, di grande importanza. Si dedicò molti per molti anni alla dottrina spiritica, lasciando testimonianza di fatti sorprendenti, come l’incendio avvenuto a Stoccolma, dettagliando le vittime, la strategia e la data esatta.
I messaggi di entità spiritiche furono tanti, mentre Immanuel Kant, filosofo e critico della ragion pura, s’interessò agli studi del veggente e ammise il fenomeno.
Swdenborg, spiegò che l’Universo si compone di sfere luminose che ci serviranno da alloggio dopo la morte. Ammise che non esistono Angeli, ne demoni, ma solo spiriti buoni e cattivi . L’uomo può mettersi in contatto con loro attraendo a sé, energia uguale al suo Karma; ( buona o cattiva).

La famiglia Fox, istallata in una modesta casa nello stato di Nuova York, (1847) lamentava frequenti e inspiegabili rumori che molestavano la pace familiare.
La famiglia era composta da 5 persone; i genitori e tre figlie, Kate di undici anni, Margaret di quattordici, Lea la più grande che rimase esclusa dall’ episodio. ( Forse per non essere stata scelta a collaborare). Le due sorelle pensarono di fissare un numero di colpi e rispondere in codice a quei fastidiosi rumori. ” Le intelligenze spiritiche” risposero affermativamente, così fu stabilito il dialogo spiritico con le ragazze. Lo spirito rispose di chiamarsi Charles Bryan Rosma, fu venditore ambulante di verdure, assassinato in quella casa il cui cadavere stava li sepolto. Da investigazioni intraprese a suo tempo risultò per davvero la scomparsa di un ambulante dalle stesse caratteristiche, però il suo cadavere fu scoperto solo nel 1904, quando accidentalmente cadde una parete interna della casa, e fu ritrovato lo scheletro di Bryan ed altre documentazioni che confermarono i fatti.

POLTERGEIST

Poltergeist in parapsicologia significa spirito rumoroso e molesto, e nella espressione popolare , fantasma.
Tali fenomeni si manifestano in qualsiasi luogo e ora, come lo sbattere porte, la caduta di pietre, lo spostamento di oggetti, senza cause apparenti, e hanno sempre dato origine a scetticismo e timori; per questo motivo lo spiritismo non é mai stato considerato ramo scientifico che fa parte della scienza parapsicologica, come invece lo sono le tante altre discipline.

IL MECCANISMO del contatto spiritistico con gli esseri di questo pianeta-terra é stato sperimentato da studiosi, professori e popoli di tutto il mondo, perché questi fenomeni sono vecchi come il mondo.
Anch’io ho fatto le mie esperienze , che poi racconterò , senza mai fare uso della pratica pur essendo medium.

L’EPICENTRO DOVE VENGONO depositate le formule spiritiche con tutte le loro manifestazioni, espressioni, immagini visibili e invisibili, é una persona che si chiama MEDIUM, che funge da intermediaria operante a servire le intelligenze spiritiche, obbedendo agli ordini che le vengono dati. L’intermediaria é scelta esclusivamente per servire il mondo visibile (o corporeo ) con lo spirituale (o invisibile) , svolgendo le missioni secondo le sue possibilità paranormali.Cioè, se una parapsicologa non é dotata a servire con obbedienza e devozione non deve forzare le entità invisibili, deve solo svolgere le discipline che conosce, su questo sarò più esplicita nel riassunto di questo delicato tema.

Spettro nel cimitero



Fonti: astrolia.org


Magia spiriticaultima modifica: 2009-03-23T22:10:50+01:00da moonfaire
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento