parliamo di CHAKRA

 

http://www.rickrichards.com/chakras/chakra_man1.jpg

I chakra sono dei vortici di energia che hanno la funzione di assorbire l’energia universale per alimentare i vari livelli del campo energetico, collegarli con il corpo fisico, e rilasciare energia all’esterno.Il loro buon funzionamento è assai importante, poiché essi influenzano sia la psiche sia il fisico; un flusso squilibrato di energia può causare disturbi od alterazioni dì carattere psicologico con consequenziale insorgenza di diverse patologie a livello fisico.Il perfetto funzionamento del sistema energetico è sinonimo di buona salute e, di conseguenza, la totale apertura di tutti i chakra consente di raggiungere quel livello energetico che i grandi maestri orientali chiamano “Illuminazione”

Settimo Chakra :Sahasrara, della Corona, Centro del Vortice, Loto dai 1000 petali.  Si riferisce alla coscienza come consapevolezza pura. Pensiero, identità universale, orientata verso autocoscienza

Sesto Chakra: Ajna, Terzo Occhio, centro del Comando, delle Sopracciglia,  della Conoscenza, della Saggezza Interiore; Esso apre le porte alle nostre facoltà psichiche e alla  “comprensione”. Visualizzazione. Vista Psichica.

Quinto Chakra: Vishuddha, del Collo, della Gola o Centro di Comunicazione; Suono, identità creativa, orientata verso l’auto-espressione

Quarto Chakra: Anahata, Centro del Cuore; è quello centrale del sistema. È collegato con l’amore ed è l’integratore degli opposti nella psiche:un quarto chakra sano ci permette di amare profondamente, di sperimentare la pietà e un senso profondo di pace.

Terzo Chakra: Manipura, del Plesso Solare, dell’Ombelico, della Milza, dello Stomaco e del Fegato Regola la nostra alimentazione, la volontà ed autonomia personali, così come il nostro metabolismo.

Secondo Chakra: Svadhistana, Sacrale o Centro della Croce; situato nell’addome, un po in basso dietro  gli organi sessuali, è collegato con l’acqua come elemento, alle emozioni ed alla sessualità.

Primo Chakra: Muladhara, della Base, Centro della Radice o Centro del Coccige; Situato alla base della spina, questo chakra forma il nostro fondamento. Rappresenta la terra come elemento e quindi è collegato con i nostri istinti di sopravvivenza ed al nostro senso di realtà.

 

1° CHAKRA

ELEMENTO: TERRA

PIANETA:SATURNO

COLORE : ROSSO
GHIANDOLE : SURRENALI
ORGANI FISICI: Tutto quello che è duro come le ossa, i denti, le unghie, i reni, la prostata, il sangue e la struttura della cellula.

AROMI:Muschio, patchouli, sandalo

FUNZIONI:Questo chakra ci collega al mondo fisico, e allo spirito della TERRA.

Permette all’essere umano di rimanere in contatto con la Madre Terra: in breve, di sopravvivere. Mentre le sue caratteristiche positive sono la stabilità, la capacità di affermarsi sul piano materiale e della prosperità (intesa in ogni senso), una disfunzione di questo Chakra provocherà problemi quali l’incapacità di concentrarsi su un argomento o un progetto. E’ l’accettazione dell’esistenza fisica su questo pianeta, da stabilità ed energia per facilitare la nostra attività creativa nel mondo.Si occupa del concetto della nostra sopravvivenza, del rapporto con il cibo, il denaro, la nostra sicurezza in generale e anche della fiducia nel processo naturale della vita, dell’abbandono all’esistenza.IL CHAKRAS RADICE FORME LA BASE VITALE E LA SORGENTE DI FORZA PER I CHAKRAS SUPERIORI.Un funzionamento disarmonico porta ad essere ingiustamente violenti, egoisti, ed a voler possedere cose e persone!Secondo la dottrina dello yoga, l’energia Kundalini risiede nel chakra radice. Se la base è stabile, l’energia vitale può ascendere attraverso gli altri chakra, accelerando così lo sviluppo della personalità. Il colore rosso, in cui risplende il chakra Muladhara, simboleggia una forte energia vitale, forza e passione.

 

2°CHAKRA

E’ situato più o meno a un palmo dal chakra 3; diciamo che il 2 sì trova più o meno all’altezza dell’osso sacro, sulla colonna vertebrale; è il centro energetico – chakra dell’energia vitale e delle funzioni genitali e di tutti gli organi e le ghiandole genitali, e per gli uomini anche della prostata, che è connessa a questi organi. Attraverso il chakra 2, nelle donne, si possono trattare tutti i problemi ginecologici, lI 2 è il centro dell’energia vitale, è un centro energeticochakra che si tratta in casi di anemia, di ipotensione, di debolezza, di astenia generale, per la mancanza di forza vitale.E’ il chakra che ci pone in relazione con la concretezza della materia, con il nostro corpo che stimola un dialogo costante con il nostro fisico luogo dell’incontro delle forze della terra. E’ la forza che aiuta la nostra evoluzione. Il senso collegato al centro è l’odorato, proprio degli animali che odorano il pericolo con un olfatto che libera l’aspetto istintuale-adrenalitico. L’odorato è un elemento potente dell’attrazione sessuale. Se il centro è distorto pone in negativo gli aspetti illustrati e provoca uno squilibrio nella dinamica del dare e dell’avere e di questo si dà la colpa all’altro.Così come l’acqua, anche il simbolo base del chakra sacrale, la falce di luna, rappresenta l’elemento femminile e stabilisce il contatto con il subconscio. Il chakra Svadhisthana dai sei petali risplende di arancio, il colore dell’impulso attivo che favorisce la creatività e la voglia di vivere.

 

3° CHAKRA

In lingua sanscrita viene chiamato Manipura, che significa città dei gioielli. Esso è localizzato a livello del plesso solare, ed è associato a fegato, pancreas, stomaco, milza, parte alta dell’intestino ed a tutte le funzioni metaboliche e vegetative. Dal punto di vista psico-energetico, la sua funzione più importante è relativa all’affermazione personale ed all’esercizio del potere individuale rispetto al sociale ed all’ambiente in generale (indica la realizzazione della persona, quanto la persona vede realizzabile il suo desiderio di vita, quanto una persona vuole e desidera combattere per se stesso, quanto una persona si ama).Gli corrispondono il fegato, lo stomaco, l’intestino tenue, il pancreas. Il suo colore è il giallo, mentre il pianeta è Marte e l’elemento è il Fuoco; gli animali sono l’ariete e il leone (che anche astrologicamente sono correlati al Fuoco), le pietre il topazio e l’ambra,quarzo citrino, occhio di tigre, pirite ferrosa la disciplina il Karma-Yoga. Un funzionamento squilibrato in senso eccessivo di questo centro può portare estrema tendenza all’ira, ulcere di origine nervosa, incapacità di essere calmi, mentre uno squilibrio in senso opposto può causare timidezza, scarsa energia, necessità di ricorrere a sostanze esterne per stimolare il proprio fisico, tendenza alla sottomissione e disturbi di digestione

Il chakra dai dieci petali, Manipura è inoltre l’origine delle 72.000 nadi, sottilissimi fili energetici che si irradiano dall’ombelico in tutto il corpo.

4° CHAKRA

DESIDERO CIO’ IN CUI CREDO quindi AMO A LIVELLO UMANO

Al quarto Ckakra è collegato il CORPO ASTRALE, è il chakra del cuore e si trova sulla parte inferiore dello sterno. E’ associato al cuore, ai polmoni, al timo, agli arti superiori, alla circolazione e al sistema linfatico.

Il suo mantra è LAM, il suo elemento è l’Aria, Il suo colore è il verde-rosa, la sua pietra il quarzo rosa, lo smeraldo, o la giada, il suo senso è il tatto, l’animale che lo rappresenta è la gazzella. Il 4° Chakra è il centro che consente la capacità di guarigione e trasformazione per sé e gli altri e inoltre è un chakra di collegamento tra i 3 chakra inferiori (energie fisico-emotive) con i 3 chakra superiori (energie mentali e spirituali). Il suo funzionamento disarmonico sul piano fisico si manifesta con dolore toracico, senso di costrizione, asma, ipertensione, aritmie e tachicardia senza riscontro obiettivo dalle analisi cliniche. Dal punto di vista psico-emozionale, il suo malfunzionamento porta l’individuo ad amare gli altri solo in funzione delle gratificazioni che gli altri potranno dare, oppure in caso di ipofunzionamento si avrà freddezza, indifferenza, insensibilità.
Il chakra del cuore è il più importante nella dinamica terapeutica: infatti tutte le energie provenienti dai vari chakra convogliano nel chakra del cuore prima di uscire dalle mani e dagli occhi del terapeuta. Il chakra fra le scapole (centro della volontà) è connesso con la volontà dell’io, cioè con l’imposizione della propria volontà nel mondo esterno. Se questo chakra è armonico e gira in senso orario l’individuo ha un atteggiamento positivo e vedrà negli altri persone amiche disposte ad aiutarlo, se il chakra gira in senso antiorario il soggetto avrà l’errata convinzione che la volontà di Dio e quella degli altri vadano contro la sua.

Nella stella di Davide, simbolo del chakra del cuore, il triangolo rivolto verso l’alto si fonde con il triangolo rivolto verso il basso. Il primo rappresenta Shiva, il dio maschile, ovvero la consapevolezza di sé, il secondo rappresenta Shakti, la progenitrice divina, ovvero l’energia

5°CHAKRA

Chakra Laringeo

Successo. Conoscenza di passato, presente, futuro

Un loto con sedici petali di colore porpora scuro, sui quali sono riportate le sedici sillabe AM, A’M, IM, I’M, UM, U’M, RIM, RI’M, LRIM, LRI’M, EM, AIM, OM, AUM, AM, HA. Al centro del loto c’è un cerchio bianco che contiene la sillaba/radice “Ham” e un elefante
Il quinto chakra e’ il centro della capacità umana d’esprimersi, comunicare ed ispirarsi, la creatività intesa in senso sottile, il rapporto con i nostri sentimenti. E’ lo scambio, dare per ricevere. Nel chakra della gola, la creatività del chakra sacrale s’unisce alle energie degli altri chakra. Possiamo esprimere soltanto ciò che abbiamo in noi stessi, e una delle finalità del quinto chakra e’ proprio quella, di consentirci un certo spazio interiore che ci permetta di riflettere sui nostri pensieri e comportamenti. Quando sviluppiamo il chakra della gola i nostri pensieri non saranno più dominati dalle emozioni o dalle sensazioni fisiche, il che rende possibile, quindi una conoscenza oggettiva.

Le parti connesse al quinto chakra sono: la tiroide, collo, gola, mascella, orecchie, paratiroidi, trachea, bronchi, esofago e braccia ed allo sviluppo dello scheletro.

Le patologie fisiche ad esso correlate fanno riferimento alle malattie organiche o funzionali, relative agli organi che governa.

Il timbro ed il tono della voce sono manifestazioni delle energie del quinto chakra: tanto più la voce e’ armonica, piena, rotonda, tanto più questo centro sarà in equilibrio.

Le patologie di tipo psichico che fanno riferimento a vishudda, sono tutte riferite alla capacità di comunicare, non solo verso l’esterno, ma anche verso la propria interiorità; e tramite questo chakra che si realizza la comunicazione tra mente e corpo, perciò le cosiddette malattie psicosomatiche possono anche essere riferite in varia misura alla disfunzione di questo chakra.   

Le pietre collegate con il quinto chakra sono:sodalite,lapislazzuli,turchese,larimar,tormalina blu indicolite,calcedonio,topazio blu,celestina,acquamarina,crisocolla,labradorite,calcite verde,calcite blu.

Una figura importante per il sesto chakra è Shakti Hakini, un dio androgino che rappresenta la componente maschile e femminile. Anche il cerchio (simbolo dell’origine dell’Essere) e i due petali alati (rappresentanti la dualità) simboleggiano il superamento della polarità.

6° CHAKRA

Chakra della Fronte
Ghiandola pituitaria
Nettuno
OM
Un fiore di loto con due petali bianchi, sui quali stanno le lettere Ham e Ksham. Al centro c’è il grande mantra “Om
Lapislazzuli, quarzo, ametista, apatite purpurea, azzurrite, alessandrite, sodalite, perla, zaffiro, fluorite
Poteri tradizionalmente associati:Eliminazione del Karma proveniente dalle vite passate. Chiaroveggenza. Liberazione dell’anima
Funzione :Al Chakra Ajna sono strettamente correlate l’intuizione e la consapevolezza: è infatti attraverso il “Terzo Occhio” che i cinque sensi fisici, uniti al “sesto senso” dell’intuizione, penetrano l’essenza delle cose, dei pensieri e dei sentimenti. Un funzionamento imperfetto di questo Chakra può causare, oltre che disturbi alla testa e mentali, l’incapacità di essere aperti e sensibili nei confronti degli altri
Malattie fisiche :emicrania, cecità, tensione oculare, ronzio, vista sfuocata, labirinite
Malattie psichiche :Nevrosi, incubi
Il “Sesto Chakra” o “Chakra della Fronte” si trova tra gli occhi, nel punto in cui inizia il naso. Conosciuto come “Terzo Occhio” o “Occhio di Saggezza”, è la dimora delle più elevate funzioni dell’intelligenza, dell’introspezione e della chiaroveggenza; non è un caso che, già nei primi e più superficiali livelli di meditazione, non sia inusuale avvertire sensazioni anche molto forti all’Ajna Chakra, quale un senso di pressione verso l’interno del capo. Il corretto e completo funzionamento di questo Chakra conferisce la capacità di comprendere profondamente le forze sottili dell’universo (come lo stesso Reiki ...) che intervengono e influenzano in ogni situazione. L’attivazione (spesso si parla di “apertura”, in armonia con la metafora dell’occhio) dell’Ajna permette di raggiungere con facilità scopi e obiettivi che siano positivi e creativi, proprio per la capacità di “vedere” con chiarezza le situazioni e quello che, di volta in volta, ci è necessario per raggiungere le nostre mete. A questo Chakra corrispondono quindi l’introspezione, l’intuizione, l’udito, la chiaroveggenza, l’intelligenza; fisicamente è connesso con tutto il cervello, con la ghiandola pituitaria, con il plesso cavernoso.Una conoscenza di questo tipo ci perviene sottoforma d’intuizioni, di chiaroveggenza e d’ipersensibilità’ nell’udire e nel percepire. Cose che prima avevamo sospettato solo vagamente, ci appaiono ora chiaramente.

7°CHAKRA

Sahasrara o “Corona”
Colore: Violetto
Elemento: Il pensiero

E’ il chakra che presiede il contatto con la Conoscenza Divina. Si trova sulla sommità del capo.
Governa la corteccia cerebrale e la presa di coscienza. Esso determina l’apertura e la dilatazione della coscienza con lo sviluppo dell’intelletto.
È connesso alla ghiandola Pineale e al cervello.
Le sue funzioni principali sono relative alla conoscenza superiore, alla medianità, al contatto con il Divino.
Un suo disequilibrio può portare situazioni di depressione, con scarso interesse a capire tutto ciò che ci circonda.

PATOLOGIE ASSOCIATE:scarsa  coscienza  di  sé  e  della realtà. Depressione e vuoto esistenziale. Paure frequenti, in particolare della morte e della finitezza delle cose.Indifferenza e chiusura mentale.Depressione, confusione. Ritardi intellettuali. Ossessioni – cefalea.

Uno dei simboli del Chakra Sahasrara è il loto dai mille petali. Il numero mille simboleggia la completezza e la perfezione e rimanda al significato del chakra della corona come meta della nadi principale Sushumna. In esso si innalza la forza del serpente Kundalini, che simboleggia il risveglio delle potenzialità umane. Il fiore di loto, che cresce dal buio e dalla melma per poi divenire un fiore puro, rappresenta lo sviluppo della consapevolezza umana dalle qualità animali relative ai chakra inferiori verso la radiosa luce dell’anima.
Nel chakra Sahasrara risiede Shiva, la consapevolezza pura. Lo scopo dello yoga è scoprire Shiva e ricongiungerlo a Shakti, la forza che sale dai chakra inferiori verso l’alto. In questo modo si compie il definitivo distacco dal ciclo della rinascita.
Cristalli che possono riequilibrarlo: Diamante, Cristallo di rocca. Le pietre vanno posizionate sulla sommità del capo (in posizione verticale da seduti).

 

Mappa tratta da:innerteam.it

 

Fiori di bach e  chakra

1) AGRIMONY 2° CHAKRA Segno zodiacale SAGITTARIO
2) ASPEN 3° e 7° CHAKRA
3) BEECH 1° CHAKRA
4) CENTRAURY 3° CHAKRA Segno zodiacale VERGINE
5) CERATO 3° e 4° CHAKRA Segno zodiacale GEMELLI
6) CHERRY PLUM 2° 4° CHAKRA
7) CHESTNUT BUD 3° 6° CHAKRA
8) CHICORY 5° e 6° CHAKRA Segno zodiacale SCORPIONE
9) CLEMATIS 5° 6° CHAKRA Segno zodiacale CANCRO
10) CRAB APPLE 4° CHAKRA
11) ELM 4° CHAKRA
12) GENTIAN 1°4° 6° CHAKRA Segno zodiacale TORO
13) GORSE 1° 3° CHAKRA
14) HEATHER 5° CHAKRA
15) HOLLY 3° 4° 5° CHAKRA
16) HONEYSUCKLE 6° CHAKRA
17) HORNEBEAM 1° 2° 6° 7° CHAKRA
18) IMPATIENS 5° CHAKRA Segno zodiacale ARIETE
19) LARCH 2° 3° CHAKRA
20) MIMULUS 1° 2° 4° 7° CHAKRA Segno zodiacale CAPRICORNO
21) MUSTARD 2° 3° 5° CHAKRA
22) OAK 3° CHAKRA
23) OLIVE 4° CHAKRA
24) PINE 1° 4° CHAKRA
25) RED CHESTNUT 4° CHAKRA
26) ROCK ROSE 2° 4° CHAKRA Segno zodiacale PESCI
27) ROCH WATER 1° 4° 6° CHAKRA
28) SCLERANTHUS 4° 5° CHAKRA Segno zodiacale BILANCIA
29) STAR OF BETHLEHEM 3° 4° CHAKRA
30) SWEET CHESTNUT 1° 7° CHAKRA
31) VERVAIN 3° 5° CHAKRA Segno zodiacale LEONE
32) VINE 4° 6° CHAKRA
33) WALNUT 1° 3° CHAKRA ma può essere utilizzato anche su tutti gli altri in quanto walnut è un protettivo e armonizzante generale
34) WATER VIOLET 3° 4° CHAKRA Segno zodiacale ACQUARIO
35) WHITE CHESTNUT 4° 5° CHAKRA
36) WILD OAT 1° 6° CHAKRA
37) WILD ROSE 2° CHAKRA
38) WILLOW 1° 4° 5° CHAKRA

 

 

 

 

parliamo di CHAKRAultima modifica: 2009-04-01T19:53:00+02:00da moonfaire
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “parliamo di CHAKRA

Lascia un commento