Stregoneria pratica: il nome della strega

 

Prima di iniziare una qualunque attività magica seria dovrete scegliervi un nuovo nome, un nome che sostituirà il vostro  durante i rituali e le pratiche stregoniche che andrete a porre in atto.

Si tratta, più specificatamente, di un “nome iniziatico” che rappresenta, o dovrebbe quantomeno rappresentare, l’anima dell’essere, il suo stato gerarchico-spirituale.

Adire il vero il vostro nuovo nome dovrebbe essere rivelato da un vero maestro dell’arte e, se avrete l’occasione di frequentare una congrega ben organizzata, capitarà anche a voi il momento in cui vi sarà svelato questo nome segreto che diverrà il vostro mantra personale
Non si tratta dunque di pura casualità, né di scelta volontaria o premeditata, esso giungerà a voi per vie invisibili esconosciute.

Tuttavia, se siete alle prime armi si renderà comunque necessaria la scelta di un nome per operare, un nome chevi accompagnerà fino a quando incontrerete il vostro Maestro che vi suggerità quello definitivo, che poi vi permetterà di”creare” il vostro destino.

Regole precise nella scelta di tale nome non ve ne sono, e nulla vieta di scegliere un nome qualunque tratto da quelli che cipropone l’onomastica tradizionale.

 

Alcuni naturalmente preferiscono di gran lunga rivolgersi al mondo pittoresco e misterioso della Magia optando per la scelta di nomi altisonanti, quali Eliphas, Merlino, Aleisteir, Melusina, Morgana e via dicendo, mamolti usati sono anche i nomi di antichi Dèi come Pan, Dioniso, Hermes, Mercurio, Minerva, Ecate etc.

Il mio consiglio è di non cercare nomi altisonanti e abusati, nel caso è preferibile rivolgersi a deità minori e ormaidimenticate scelte dal pantheon che preferite o combinare insieme due o più nomi in modo da ricavarne di veramente originali,o ancora spulciare tra le tante leggende popolari e il folklore dei popoli.

  • Per esempio:

Nomi Maschili
Bran-Magog-Zos-Elvino-Morkies-Alfar-Gudrun-Gorgonio-Nox

Nomi Femminili
Albruna-Althea-Brizo-Arcadia-Hilde-Berkana-Cristanna-Solofra-Sebalda-Aubretia

 

Se nessuno di questi nomi vi soddisfa potreste combinare una frase e ricavarne una sorta di motto come solevano fare gliadepti dell Golden Dawn che prediligevano le frasi in latino anche se, a mio parere, questo sistema è bene lasciarlo a coloroche si occupano di magia.

La stregoneria è ben diversa dalla sua consorella e, tutto sommato, molto più semplice, e, ancheper questo motivo, la scelta del nome dovrebbe essere semplice, senza barocchismi o solennità che ne stravolgerebbero ilsenso.Ad ogni buon conto, quale che sia il nome che vi siete imposti, è d’uopo che los tesso resti avvolto in una fitta cortina diriservatezza e di discrezione.

Nessun profano dovrà sapere come vi chiamate, potrete comunicarlo solo alla cerchia dellepersone che, come voi, si occupano seriamente di questi argomenti e delle quali potete fidarvi ed essere certi del loro silenzio.Per aumentare la segretezza del nome è anche possibile utilizzare, per scriverlo, uno degli alfabeti magici o cifrati.

Lacrittografia è l’arte delle scritture segrete ed è stata ampiamente utilizzata, in passato, non solamente dagli agenti segreti odurante le guerre per mandare messaggi agli alleati, ma anche da uno stuolo di maghi e da alcune congreghe stregoniche, inspecial modo durante i terribili anni dell’Inquisizione. Gli antichi sostenevano che è sufficiente conoscere il nome di unapersona per ucciderla. Naturalmente si riferivano al nome nascosto, o celato, e non già a quello profano che è scritto a chiarelettere sui documenti ufficiali; ed è per questo motivo che i nomi di Dio sono molteplici.

Ecco dunque che il vostro nome devediventare una “parola di potenza” o nomina arcana. Imparerete, col tempo, che, al solo pronunciarlo, avvertirete come unasorta di folgorazione dello spirit che vi farà accedere a livelli superiori (o inferiori) della coscienza. La parola, di conseguenza,non è solamente suono, ma anche forma.

Per questo motivo ad ogni ente corrisponde il suo preciso nome e carattere,entrambi propri a lui solo e non ad alcun altro.Nel caso sussistano ancora dei dubbi sulla scelta del nome, recatevi in un luogo tranquillo, preferibilmente in aperta campagnao in un bosco e, trovato il posto che vi sembra idoneo, fermatevi a meditare in silente attesa.

Potrà capitarvi di “sentire” alivello inconscio qualche sensazione particolare che, piano piano, sale a livello conscio tanto da suggerirvi quello che cercate, ilnome tanto agognato. Oppure ciò che avverrà durante il sonno, sottoforma di sogno più o meno lucido. O ancora potràcapitarvi, nei giorni seguenti, magari mentre siete occupati a svolgere le vostre incombenze quotidiane, di imbattervi”casualmente” nel nome che cercate.

Per ultimo, non crediate che la scelta del nome sia semplice. O, almeno, non è così per tutti. Per certi individui infatti civogliono settimane o anche mesi di ricerca per trovare un nome soddisfacente.

E’ molto importante, insomma, che questonome vi soddisfi pienamente perchè, una volta che lo avrete adottato e dopo aver compiuto giuramento, non è più possibilecambiarlo, almeno fino a quando non incontrerete il maestro o la vostra regina delle streghe che vi fornirà quello definitivo.

 

Stregoneria pratica: il nome della stregaultima modifica: 2010-12-03T18:24:55+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento